Gruppi Terapeutici

Scopo dei gruppi terapeutici che il CPPM (Centro Psicologia e Psicoterapia Modena) propone è quello di riattivare, mediante la condivisione in assenza di giudizio di una problematica, la propria crescita individuale ed il cambiamento. Oggi più che mai i disagi di tipo psicologico e relazionale vengono vissuti come qualcosa di cui è meglio non parlare se non addirittura vergognarsi. Al contrario questo tipo di condivisione di gruppo permette di sentirsi meno soli e di affrontare i propri disagi con una percezione diversa. Nell’arco della nostra vita abbiamo sempre preso parte a gruppi (in famiglia, scuola, lavoro etc.), e in qualità di esseri umani siamo cresciuti all’interno di questi gruppi. È proprio su questo concetto che si fonda la psicoterapia di gruppo, aiutando così le persone non solo a conoscersi meglio ma anche a perfezionare le loro capacità individuali.

 

IL POTERE TERAPEUTICO DEL GRUPPO

Il principale punto di forza della terapia di gruppo sta nel fatto che la terapia individuale è più adatta per coloro che hanno bisogno di un punto di riferimento stabile e forte al quale rivolgersi e con il quale interagire. Diversamente, in un contesto di gruppo si utilizza il punto di forza del gruppo stesso, ossia il cosiddetto “fenomeno dell’eco”. In base a questo concetto i partecipanti reagiscono emotivamente a ciò che viene detto dai partecipanti, dunque ciò che dichiareranno in seguito si può prendere in considerazione come una sorta di libera associazione su cui lo psicoterapeuta può lavorare per far emergere alcuni lati nascosti. Ricordiamo che in entrambi i casi (terapia di gruppo e individuale) sussiste il segreto professionale, cosa che implica l’obbligo di mantenere la riservatezza su quanto detto durante le sedute.

 

PSICOTERAPIA DI GRUPPO: IN QUALI CASI?

Questo tipo di terapia è indicato per la cura di problematiche di vario tipo. Tra di esse possiamo annoverare: problemi di autostima, problemi nel controllo dell’emotività, ansia, attacchi di panico, depressione, senso di vuoto, angoscia, stati di isolamento, dipendenza affettiva, conflittualità intrafamigliare.

 

GRUPPI OMOGENEI, TEMATICI, CHIUSI O APERTI

A seconda della problematica da affrontare e trattare questi gruppi terapeutici vengono suddivisi in: omogeneo oppure tematico. I partecipanti al gruppo omogeneo condividono la stessa diagnosi. Nel gruppo tematico è invece condivisa una specifica problematica il cui superamento è oggetto di terapia.

I gruppi terapeutici proposti presso il CPPM (Centro Psicologia e Psicoterapia Modena), possono inoltre essere di tipo chiuso – con un numero definito di incontri ai quali tutti i partecipanti devono attenersi e nel corso dei quali non sono permessi nuovi ingressi – o di tipo aperto – con una frequenza prestabilita e con la possibilità di modificare la composizione dei partecipanti.