Psicoterapia

Le forme di disagio/sofferenza psicologica che possono interessare un individuo hanno diversa entità. Si va da un lieve malessere a forme di più profonda sofferenza. L’approccio terapeutico del team del CPPM (Centro Psicologia e Psicoterapia Modena) può essere un valido strumento per trattare sintomi quali la depressione, fobie, ansia, ossessioni, disturbi della personalità, difficoltà relazionali, comportamento ossessivo-compulsivo, abuso di sostanze, ecc.

Percorsi mirati di psicoterapia possono essere rivolti sia al singolo sia alla coppia, per risolvere problemi relativi alla sfera comportamentale e delle emozioni fino al raggiungimento di un soddisfacente benessere psichico.

 

  • APPROCCIO COGNITIVO COMPORAMENTALE (TCC)

Questo tipo di psicoterapia pratica, orientata ad obiettivi e a breve termine, mira a trasferire abilità cognitive e comportamentali utili a modificare tutti quei pensieri, emozioni e comportamenti che sono causa del disagio. Molteplici studi e ricerche hanno infatti dimostrato l’efficacia della Terapia Cognitivo Comportamentale, che è stata quindi riconosciuta come terapia da preferirsi per la maggior parte di quei disturbi emozionali e comportamentali dalla comunità scientifica internazionale e dall’OMS. Immaginiamo che la Terapia Cognitivo Comportamentale sia un grande contenitore che racchiude una vasta gamma di metodi e tecniche, tutte di comprovata valenza scientifica. Tale contenitore è estremamente flessibile, e per questo, sempre pronto a integrare diverse forme di intervento e approcci terapeutici innovativi ed efficaci.

La Terapia Cognitivo Comportamentale è efficace per la diagnosi e la cura in tempi brevi di:

– Depressione, disturbo bipolare;– Ansia, fobie, ansia generalizzata, attacchi di panico, ipocondria;
– Ossessioni e compulsioni;
– Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, ecc…);
– Stress, disturbi psicosomatici;
– Disfunzioni sessuali (eiaculazione precoce, anorgasmia, ecc…);
– Abuso e dipendenza da sostanze (alcool, droghe, ecc…);
– Disturbi della personalità;
– Disturbi del sonno;
– Difficoltà a stabilire e mantenere relazioni sociali;
– Problemi di coppia;
– Difficoltà nella scuola o nel lavoro;
– Bassa autostima.

 

  • APPROCCIO SISTEMICO RELAZIONALE

L’APPROCCIO SISTEMICO RELAZIONALE si focalizza sulle origini e sulle cause del malessere. Durante la terapia si analizzano le dinamiche relazionali passate e presenti della persona e le sue modalità tipiche di pensare ed agire. A fianco a questo si esplora la storia individuale e relazione della persona; nel suo  mondo relazionale si cercano le risorse più preziose per lo sviluppo del cambiamento.

La coppia, la famiglia, il mondo  amicale, sono sistemi di relazioni fondamentali nella vita di ciascuno di noi. Il dolore del singolo spesso si riflette in un disagio dell’intero sistema relazionale e viceversa. La psicoterapia porta così l’individuo a comprendere profondamente il proprio essere,  interpretare ed interagire, assumendo nuove ottiche rispetto ad esso. Il mutare della prospettiva con cui si guarda al sé e al mondo circostante diventa un primo agente di movimento dallo stato di “empasse” nel quale l’individuo si trova quando accede alla terapia.

Il Modello Sistemico Relazionale è particolarmente indicato:

– Nelle realtà conflittuali infrafamigliari o di coppia
– Nelle difficoltà tipiche delle diverse fasi del ciclo di vita
– Nelle fasi di svincolo dalla famiglia d’origine
– Nella gestione della genitorialità in caso di separazione/divorzio
– E’ infine riconosciuto, quando inserito in un progetto terapeutico multi professionale, come trattamento d’elezione nel trattamento di anoressia nervosa e bulimia nervosa.

 

  • APPROCCIO PSICODINAMICO ADLERIANO

Si definisce come “psicologia individuale comparata”; individuale per sottolineare l’unità indivisibile dell’essere umano (secondo il contemporaneo modello bio-psico-sociale); comparata in quanto l’uomo non può prescindere da un continuo rapporto dialettico di confronto e di interazione con gli altri e il mondo che lo circonda. Il professionista adleriano facilita la comunicazione, la riflessione e l’interpretazione mediante un ruolo attivo e di assoluta collaborazione con il paziente.

 

  • SCHEMA THERAPY

La Schema Therapy è un innovativo modello terapeutico validato per il trattamento di disturbi d’ansia, depressione, disturbi alimentari e in particolar modo dei disturbi di personalità. Nata negli Stati Uniti per pazienti con difficoltà relazionali, che non hanno tratto beneficio da altri approcci, la Schema Therapy oggi risulta essere il modello di maggiore efficacia nei Disturbi di Personalità e nel  trattamento di diverse problematiche.

La Schema Therapy guarda oltre al sintomo. La persona, non più ridotta ad una diagnosi psicopatologica, diventa portatrice di significati e di una propria ed unica storia di vita. Le emozioni, i pensieri, le sensazioni corporee, lo sguardo con cui guardiamo  noi stessi e il mondo, sono visti come l’esito della nostra storia. Sono veicoli che danno voce ai nostri bisogni, dell’oggi e del passato, specie se non soddisfatti.

Ricordate i fiumi carsici? Scompaiono sotto terra per centinaia di chilometri per poi ricomparire d’improvviso per una serie di coincidenze geologiche. Allo stesso modo succede che alcuni eventi della nostra vita riportino inaspettatamente in superficie il nostro passato. E per questo, talvolta, ci sentiamo ancor più solidi e capaci di fronteggiare una difficoltà. O improvvisamente stanchi, e sfiduciati, e fragili. Del resto, chi ricordava più il fiume carsico, scomparso tanto tempo addietro?

La Schema Therapy aiuta a dare senso e significato al nostro sentire e sentirci in ogni momento. Soprattutto quando la nostra fragilità ci risulta quasi inspiegabile. O comprensibile, ma sentiamo di non riuscire a trovare le forze necessarie per superare le difficoltà.

 

  • MODELLO PSICODINAMICO